RSS

Chi è Britomarti?

 

Si narra che Britomarti, splendida ninfa dei monti, per sfuggire a Minosse che voleva possederla, si buttò in un mare “intriso di sperma e di lacrime”. Lì incontrò Saffo e le due donne, così diverse e così simili allo stesso tempo, parlarono a lungo. O almeno questo è quello che racconta Cesare Pavese in Schiuma d’onda, uno dei dialoghi del suo Dialoghi con Leucò.

Ho adorato la figura di Britomarti, così calma e serena nell’accettare il suo destino di continuo mutamento, mentre dice a una Saffo gonfia d’ira : Noi giochiamo a sfiorare le cose, non fuggiamo. Mutiamo. Questo è il nostro desiderio e il destino.

Perchè cambiare  è vivere come un’onda o una foglia, accettando la sorte. E’ morire a una forma e rinascere a un’altra. E’ accettare, accettare, se stesse e il destino. Perchè si cambia, ma si rimane se stesse, e il cambiamento è necessario per conoscersi realmente per quello che si è.

Le mie poesie, i miei scritti sono tante Britomarti che mutano continuamente forma, per enfatizzare me esattamente come sono. Sempre diversa e sempre uguale.


britomarti

 

4 risposte a “Chi è Britomarti?

  1. Luca Giurato

    5 marzo 2014 at 11:50

    Britomarti è uno stile di vita, una corrente di pensiero che non ci fa ammalare e un modus operandi per la meritocrazia in Italia.
    NB: blog molto interessante e ricco di spunti, soprattutto l’incontro tra Saffo e le 2 donne!

    Firmato
    Un tuo ammiratore segreto in cerca di verità sulla vita

     
    • britomarti

      6 marzo 2014 at 18:41

      Felice di offrirle spunti nuovi e interessanti affinchè la sua ricerca della verità sulla vita possa andare a buon fine. Mi raccomando, non scavi troppo nel profondo, signor Giurato ;-P

       
  2. Libera Estate

    5 marzo 2014 at 19:12

    ciao, sono sono capitata per caso su questo blog interessante, non conoscevo il mito di Britomarti e la contraddizione nel suo affermare che cambiare è restare sé stessi. Il cambiamento è un movimento verso un divenire, il restare è atonia, staticità. Il nostro essere cambia continuamente, si adatta a nuove situazioni, persone, per cui è molto difficile conoscere e restare sé stessi. La persona che sono oggi può avere poco in comune con la me stessa di ieri e essere estranea a quella che sarò domani. Quello che siamo è il risultato di ci che facciamo, pensiamo, viviamo e proviamo, e cambia con il cambiare delle nostre azioni.
    Buona scrittura!

     
    • britomarti

      6 marzo 2014 at 18:46

      Mi piace la tua idea di “essere”, così come il tuo nickname. Chissà perchè mi suona familiare 🙂
      Si cambia per restare se stessi 😉

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: